Hic habitat felicitas. La felicità domestica di Carl Larsson.

Quando metterai il piede sulla soglia di questa casa, ti troverai tra gente felice.

scrisse il pittore e illustratore svedese Carl Larsson, di cui oggi, 22 gennaio 2019, ricorre il centenario della scomparsa.

Il libro, di cui vi vado a raccontare, si intitola La casa al sole ed è una sorta di diario intimo di questo strabiliante pittore e illustratore.

La copertina rigida del libro "La casa al sole" di Carl Larsson.

La copertina rigida del libro “La casa al sole” di Carl Larsson.

Nato a Stoccolma il 28 maggio 1852, venne al mondo in una famiglia decisamente indigente e sviluppò un carattere timido e introverso. A soli tredici anni, però, fu ammesso all’Accademia Reale Svedese di Stoccolma dove potè studiare e sviluppare il suo talento. Lavorò come illustratore per libri e giornali e si trasferì temporaneamente a Parigi dove conobbe l’artista Karin Bergöö che sarebbe diventata sua moglie. I due, quindi, si trasferirono a Sudborn, in Svezia, dove acquistarono una casa e la arredarono secondo il loro gusto.

Fu in questa casa che si concentrò quasi tutto il lavoro di Larsson. La casa divenne assieme alla sua famiglia il soggetto preferito per le sue illustrazioni. Scene di vita domestica, di felicità familiare (ebbero sette figli), il contatto con la natura, il fluire delle stagioni: tutto venne messo su carta.

Alcune delle illustrazioni contenute nel libro di Carl Larsson "La casa al sole".

Alcune delle illustrazioni contenute nel libro di Carl Larsson “La casa al sole”.

Alcune delle illustrazioni contenute nel libro di Carl Larsson "La casa al sole".

Alcune delle illustrazioni contenute nel libro di Carl Larsson “La casa al sole”.

E così, nel 1909, l’editore tedesco Langewiesche pubblicò una raccolta di acquerelli e disegni di Larsson intitolata La Casa nel Sole (in tedesco. In italiano venne tradotto in La casa al sole). Fu un successo tale che il libro vendette decine di migliaia di copie.

Il libro, pubblicato in Italia dalla Longanesi & C., è stato finito di stampare nel settembre del 1981 su carta con una grammatura quasi da cartoncino. Ha 84 pagine con disegni in bianco e nero e tavole a colori a piena pagina. Il tutto tenuto assieme da un bordo telato sul quale, impresso a oro, è riportato il titolo e l’autore del libro. Purtroppo non è stato più ripubblicato e si trova solo in qualche mercatino o su eBay.

Vi invito a visitare il sito ufficiale di Larsson e a prendervi qualche minuto per immergervi nei suoi colori e nella sua stupefacente visione del mondo: http://www.carllarsson.se/en/garden

Retro della copertina del libro di Carl Larsson "La casa al sole".

Retro della copertina del libro di Carl Larsson “La casa al sole”.

Ultima curiosità: la casa dove vissero felici Carl Larsson, Karin Bergöö e i lori figli Kersti, Pontus, Mats, Esbjörn, Ulf, Suzanne, Lisbeth e Brita è diventata, per volere degli eredi, un museo aperto ai turisti di tutto il mondo.

 

 


L’incipit:

«Sundborn, vigilia del Natale del 1898
Proprio alla vigilia del Natale, e per l’appunto qui a Sundborn, desidero iniziare il testo a commento delle immagini della mia cara dimora di Dalekarlien. Penso di potervi così inserire un po’ di atmosfera natalizia, e incontrare te, caro lettore, nella tua disposizione d’animo più lieta: sperando in tal modo di suscitare il tuo interesse per me e le cose che mi riguardano.
Perché io ti voglio tanto bene!»
(Carl Larsson)

Anno di pubblicazione: 1981
Casa editrice: Longanesi & C.
Prezzo originale: non disponibile 
Pagine: 84


Vuoi contattarci, in privato, in merito a questo post? riempi il modulo qui sotto:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Se l'articolo ti è piaciuto, aiutaci a farci conoscere:

massimo