Dalla Corea con passione (per i libri)

Tra i Paesi amanti del libro che non ti aspetti, ce n’è uno che negli ultimi anni ha assunto un posto di prestigio. E questo Paese, forse inaspettatamente, è la Corea del Sud.

Questa crescente tendenza si è notata di anno in anno ed è stata confermata anche alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna dello scorso marzo.

Una delle case editrici più interessanti al momento è sicuramente la Somebooks, con sede a Seoul, fondata nel 2009 con l’intenzione di pubblicare libri d’illustrazione di alta qualità sia artistica che grafica.
La maggior parte delle loro pubblicazioni sono numerate e firmate dagli autori/artisti in un numero limitato di copie, non più ristampate.

In un post precedente (lo trovate qui) vi parlavo di due libretti acquistati proprio nello stand coreano dove venivano presentati alcuni di questi volumi in edizione limitata, ma a prezzi ragionevoli. In verità i libretti erano tre, ma uno – forse il più originale – è andato subito esaurito e anche online non è più disponibile. Sigh.

Il primo volume che ho portato a casa si intitola Far away di An Soojin. È un libretto in carta leggera stampato nel 2011 con le dimensioni di 23×15,3 cm. Riporta il numero di catalogo “007” e racconta di un uccellino che cerca far away quello che vuole vedere.
Di per sé la trama è ridotta all’essenziale, al fine di trasmettere attraverso le illustrazioni tutta la carica poetica che l’autore vuole esprimere diventando così una sorta di poesia illustrata.

Far away di An Soojin. ©somebooks 2011.

Far away di An Soojin. ©somebooks 2011.

Pagine interne con le bellissime illustrazioni di An Soojin. ©somebooks 2011.

Pagine interne con le bellissime illustrazioni di An Soojin. ©somebooks 2011.

Pagine interne con le bellissime illustrazioni di An Soojin. ©somebooks 2011.

Pagine interne con le bellissime illustrazioni di An Soojin. ©somebooks 2011.

Dettaglio dell'uccellino protagonista della storia Far away di An Soojin. ©somebooks 2011.

Dettaglio dell’uccellino protagonista della storia Far away di An Soojin. ©somebooks 2011.

Far away di An Soojin. ©somebooks 2011. Esemplare n. 62.

Far away di An Soojin. ©somebooks 2011. Esemplare n. 62.

Il secondo volume, invece, davvero curioso e ben curato, è un annuario un po’ particolare: si intitola, semplicemente, The Animal School Yearbook e l’autore è Kim Yu.
Misura 18,3×24,4 cm ed è stato stampato nel 2012 (numero di catalogo “009”) con una copertina rigida rivestita in tela. La particolarità del volume sta nelle fotografie all’interno: invece dei ritratti agli alunni di una scuola superiore qualsiasi, come se ne trovano tante in giro per l’Asia, ci sono quelli di animali come elefanti, rane, gufi, cervi o coccodrilli che vestono uniformi scolastiche e hanno tutti lo stesso nome. L’assurdità del volume e la cura per realizzarlo mi hanno fatto innamorare di questo libro.

I libri vengono venduti avvolti in una sottile carta veline per impreziosire i volumi.

I libri vengono venduti avvolti in una sottile carta veline per impreziosire i volumi.

Dettaglio della copertina del libro The Animal School Yearbook con stemma stampato a pressione e vernice bianca.

Dettaglio della copertina del libro The Animal School Yearbook con stemma stampato a pressione e vernice bianca.

Copertina delle pagine del libro The Animal School Yearbook. ©somebooks 2012.

Copertina delle pagine del libro The Animal School Yearbook. ©somebooks 2012.

La classe delle tigri. Pagine interne del libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe delle tigri.
Pagine interne del libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe dei gufi e quella degli elefanti nel libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe dei gufi e quella degli elefanti nel libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe degli elefanti nel libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe degli elefanti nel libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe dei cervi. Pagine interne del libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe dei cervi.
Pagine interne del libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe delle rane nel libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

La classe delle rane nel libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

Pagina dei crediti, esemplare n. 219, del libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

Pagina dei crediti, esemplare n. 219, del libro The Animal School Yearbook di Kim Yu. ©somebooks 2012.

Penso che in ogni biblioteca che si rispetti, oltre alle prime edizioni di volumi best-seller, sia giusto conservare anche volumi meno famosi ma ugualmente preziosi che hanno lo scopo di ricordarci l’amore degli esseri umani per questo fantastico, unico e perfetto oggetto: il libro.

Se interessati potete trovare i libri in vendita all’indirizzo internet della casa editrice: http://en.somebooks.kr.

 

 


Vuoi contattarci, in privato, in merito a questo post? riempi il modulo qui sotto:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Il bottino di BCBF 2019

Si è chiusa il 4 aprile scorso la 56esima edizione della Bologna Children’s Book Fair, o se preferite Fiera del Libro per Ragazzi, che si è confermata essere la più importante manifestazione internazionale dedicata ai libri per l’infanzia.
Evento di riferimento per chi lavora nel campo dell’editoria, con il suo pubblico che quest’anno ha raggiunto le 28.946 le presenze, rappresenta soprattutto l’evento più importante a livello mondiale per lo scambio dei diritti editoriali.
Quest’anno gli espositori sono stati ben 1.442 provenienti da oltre 80 Paesi.

Anno dopo anno, la fiera è diventata il punto di riferimento per editori, illustratori, distributori e autori, ma anche per insegnanti e le tante figure che ruotano al mondo dell’editoria.

Alcuni degli acquisti alla Fiera del libro per ragazzi d Bologna e tantissimo materiale informativo.

Alcuni degli acquisti alla Fiera del libro per ragazzi d Bologna e tantissimo materiale informativo.

Anche questa volta non è mancata l’occasione di portarsi a casa qualche libro speciale e fare qualche incontro con autori decisamente interessanti. Qualche nome?
– l’illustratrice inglese Emma Shoard, ospitata dalle Edizioni Uovonero, vincitrice del Premio Orbil 2019 e finalista al Premio Andersen con il libro Il pavee e la ragazza;
– l’illustratrice Eva Sánchez Gómez, ospite dello stand Edizioni Corsare, con il suo commovente lavoro Dimenticare Berni;
– la traduttrice e illustratrice Daniela Iride Murgia con la delicata storia I fiori della piccola Ida, Edizioni Corsare, 2018;
– la famosa artista visuale Květa Pacovská, 92 anni a luglio prossimo, il cui il lavoro di una vita è stato caratterizzato dall’uso di forme geometriche e colori vibranti, specialmente il rosso;
– l’illustratice Irene Penazzi, con il suo affascinante silent book d’esordio Nel mio giardino il mondo pubblicato da Terre di Mezzo Editore.

"Il pavee e la ragazza" di Siobhan Dowd con le illustrazioni di Emma Shoard. VINCITORE PREMIO ORBIL 2019 e FINALISTA PREMIO ANDERSEN 2019. Uovonero, 2019.

“Il pavee e la ragazza” di Siobhan Dowd con le illustrazioni di Emma Shoard. VINCITORE PREMIO ORBIL 2019 e FINALISTA PREMIO ANDERSEN 2019. Uovonero, 2019.

Dedica di Emma Shoard. "Il pavee e la ragazza". Uovonero, 2019.

Dedica di Emma Shoard. “Il pavee e la ragazza”. Uovonero, 2019.

Copertina del libro "Dimenticare Berni" dell'illustratrice spagnola Eva Sánchez Gómez. Edizioni Corsare, 2019.

Copertina del libro “Dimenticare Berni” dell’illustratrice spagnola Eva Sánchez Gómez. Edizioni Corsare, 2019.

Dedica di Eva Sánchez Gómez sul libro "Dimenticare Berni". Edizioni Corsare, 2019.

Dedica di Eva Sánchez Gómez sul libro “Dimenticare Berni”. Edizioni Corsare, 2019.

Pagina interna del libro "Dimenticare Berni" dell'illustratrice spagnola Eva Sánchez Gómez. Edizioni Corsare, 2019.

Pagina interna del libro “Dimenticare Berni” dell’illustratrice spagnola Eva Sánchez Gómez. Edizioni Corsare, 2019.

"I fiori della piccola Ida" con la traduzione e le illustrazioni di Daniela Iride Murgia. Edizioni Corsare, 2018.

“I fiori della piccola Ida” con la traduzione e le illustrazioni di Daniela Iride Murgia. Edizioni Corsare, 2018.

Una delle bellissime illustrazioni di Daniela Iride Murgia presenti nel libro "I fiori della piccola Ida". Edizioni Corsare, 2018.

Una delle bellissime illustrazioni di Daniela Iride Murgia presenti nel libro “I fiori della piccola Ida”. Edizioni Corsare, 2018.

Libro d'esordio di Irene Penazzi per Terre di mezzo. L'albo illustrato senza parole si intitola "Nel mio giardino il mondo".

Libro d’esordio di Irene Penazzi per Terre di mezzo. L’albo illustrato senza parole si intitola “Nel mio giardino il mondo”.

Pagine interne del libro d'esordio di Irene Penazzi: "Nel mio giardino il mondo".

Pagine interne del libro d’esordio di Irene Penazzi: “Nel mio giardino il mondo”.

Due libri dell'artista Květa Pacovská., 91 anni: Hansel & Gretel e Cappuccetto Rosso.

Due libri dell’artista Květa Pacovská., 91 anni: Hansel & Gretel e Cappuccetto Rosso.

Dedica dell'artista cecoslovacca Květa Pacovská.

Dedica dell’artista cecoslovacca Květa Pacovská.

Pagine interne del libro di Květa Pacovská "Hansel & Gretel".

Pagine interne del libro di Květa Pacovská “Hansel & Gretel”.

Dedica sul libro Cappuccetto Rosso di Květa Pacovská.

Dedica sul libro Cappuccetto Rosso di Květa Pacovská.

I Paesi ospiti hanno offerto davvero il meglio di sé nella proposta dei loro migliori autori.
Sicuramente, uno degli stand più importanti anche quest’anno si è confermato quello coreano.
Il paese asiatico ha proposto, oltre ai libri più tradizionali, anche alcune edizioni di pregio, curiose e poetiche. Ma di questo vi parlerò in un altro articolo, con più calma.

 

 


Vuoi contattarci, in privato, in merito a questo post? riempi il modulo qui sotto:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio